PONTE DI S. FRANCESCO

Il territorio cavese, anticamente, era attraversato  da due vie principali che congiungevano Nocera con Salerno.
La prima, denominata Maggiore, andava per le falde dei monti orientali;
la seconda, detta Minore, attraversava il fondo valle, passando per l'attuale Borgo degli Scacciaventi, e scendeva gił al Torello (la strada di fronte all'Ospedale Civile) per attraversare il torrente Traustino su di un ponticello, perchč, a quel tempo, il ponte di S. Francesco non c'era ancora. Dal ponticello, poi, la strada risaliva verso Castagneto e proseguiva fino a Salerno, attraverso Vetranto, Molina e Vietri.
Il ponte di S. Francesco fu costruito nel XVI secolo.
Nel settembre del 1943 i tedeschi fecero saltare il ponte per ritardare l'avanzata degli alleati; ma questi, con un ponte di ferro e legno, ristabilirono subito i collegamenti.